Il gesto di solidarietà del Club Mutria Fuoristrada verso “chi aiuta”

Condividi articolo
Il Club Mutria Fuoristrada di Cusano Mutri 4×4 dona guanti e mascherine alla Protezione Civile cusanese e alla Misericordia di Guardia Sanframondi.

Quando la solidarietà non è mai abbastanza, ne arriva ancora. Eppure, a Cusano Mutri la solidarietà è stata protagonista in questo periodo emergenziale, che non è certamente finito e che ha mostrato il bellissimo volto cusanese che, in verità, già tutti conoscevamo. La cosa più bella è che questa volta la solidarietà è stata fatta verso chi ne fa, di suo, già abbastanza. Aiutiamo chi ci aiuta, è questo il motto che ha ispirato il Club Mutria Fuoristrada di Cusano Mutri 4×4, che ha donato per una grande causa. Oggi pomeriggio, un piccolo gesto che in realtà è grande e ha in sé tutto il significato del senso di aiuto e fratellanza, ha reso questo 2 giugno ancora più significativo. Il rinomato Club cusanese, famoso perché si occupa di puro divertimento e sana competizione sportiva con escursioni, raduni e gare in fuoristrada, ha donato mascherine e guanti alla Protezione Civile di Cusano Mutri, presieduto da Albino Di Muzio. “Oggi abbiamo ricevuto, come donazione per l’emergenza Covid 19, mascherine monouso di tipo chirurgiche e guanti dalla dirigenza del Club Mutria Fuoristrada 4×4 nell’ambito del progetto “Aiutiamo chi ci aiuta”. Sento il dovere di ringraziare tutti i componenti del club per la bellissima iniziativa. Il materiale donato è a disposizione dei volontari del Nucleo Comunale di Protezione Civile per le attività di assistenza ed è a disposizione per i cittadini bisognosi”.

Queste le parole piene di riconoscimento di Albino Di Muzio. Il bello è che il Club cusanese non si è fermato nel suo ambito territoriale. La stessa donazione, infatti, è stata fatta alla Misericordia di Guardia Sanframondi, con lo stesso obiettivo di poter dare una mano e mettere a disposizione di chi aiuta il proprio aiuto concreto, a sostegno di chi ne ha più bisogno. E i guardiesi, altro grande popolo dal nobile cuore, non smetteranno certamente di ringraziarli.





Print Friendly, PDF & Email