Parente e Benevento sulle votazioni della Guardiense. Istanza sull’utilizzo dei diserbanti

Condividi articolo

Ieri sera, 26 marzo, si è ufficialmente insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione della cooperativa La Guardiense di Guardia Sanframondi, dopo l’elezione avvenuta lo scorso 7 marzo. Neo CdA che ha visto l’ingresso di due nuovi consiglieri, il dott. Abele Benevento e l’Avv. Giuseppe Parente. I due hanno comunicato la loro posizione inerente alle neo votazioni che hanno visto la riconferma del Presidente Domizio PIGNA. La nuova Giunta varata dal CdA è composta, inoltre, dal vice presidente Silvio DI LONARDO, da Concetta PIGNA, Italo MAFFEI e Mario SEBASTIANELLI. Una delle novità emerse, comunicata nella seduta consiliare dal Presidente Pigna, è che ci si sta attivando affinché la sede della cooperativa diventi centro di vaccinazione per i dipendenti e i soci dei comuni di Guardia Sanframondi, Castelvenere, San Lupo e San Lorenzo Maggiore.

Domizio Pigna, Concetta Pigna, Italo Maffei e Mario Sebastianelli sono stati eletti con 9 voti su 11, per cui i consiglieri Parente e Benevento si sono astenuti dalla votazione. Votazione piena, 11 voti su 11, invece, per il vicepresidente Silvio Di Lonardo, perché, come dichiarato dai due neo consiglieri “abbiamo sostenuto con forza il fatto che si sia ristabilita la vecchia consuetudine, cosa che non avveniva da anni, che il ruolo di vicepresidente lo occupasse un coltivatore diretto. Ecco il motivo per cui abbiamo appoggiato e sostenuto in pieno la scelta di Di Lonardo nel neo incarico conferitogli”.

Parente e Benevento, vecchi soci e già ammistratori della cooperativa, nel corso della seduta consiliare hanno espresso tutta la propria disponibilità a lavorare per il buon nome e per mantenere alta l’immagina della Cantina, vanto e orgoglio territoriale. I due, l’uno noto avvocato di Guardia e l’altro con all’attivo una esperienza ventennale nelle istituzioni comunitarie, sottolineano a Fremondoweb che metteranno a disposizione tutta la loro competenza e professionalità, e percorreranno sempre il buon cammino nel rispetto di una condotta eco friendly, per il bene del territorio e dell’immagine della cooperativa, al fine di dotare la nostra area territoriale della “Certificazione della sostenibilità“.

Non a caso i due consiglieri hanno presentato una istanza all’attenzione del nuovo CdA e del Collegio Sindacale, in relazione alla problematica dell’uso dei diserbanti sul nostro territorio e a numerosi articoli e comunicati apparsi ultimamente sui social e organi di stampa. Richiesta nella quale chiedono “che il prossimo Consiglio di Amministrazione faccia un’attenta riflessione sull’argomento, tenendo conto che un uso indiscriminato dei diserbanti possa danneggiare seriamente l’immagine della nostra Cooperativa e possa compromettere l’acquisizione del ‘Certificato di sostenibilità’ previsto dall’art.224 della Legge n. 77 del 17/07/2020 nelle premesse richiamata. Si fa presente che l’acquisizione del “Certificato di sostenibilità” va nella direzione di aumentare il reddito aziendale dei nostri coltivatori e di valorizzazione sia i singoli terreni che l’intero territorio”. Una richiesta importante, che guarda al futuro. Un futuro, però che parte dai giorni nostri e che va nella giusta direzione della valorizzazione territoriale, dell’immagine della Cantina e altresì della valorizzazione dei terreni che possano apportare un aumento del reddito dei coltivatori soci. “La Guardiense – concludono Parente e Benevento- è già in possesso del certificato di sostenibilità per i vini di Falanghina e la nostra proposta va nella direzione di incrementare tale certificazione per tutti i vini e per l’intero territorio”.





Print Friendly, PDF & Email