Torna il corso base di ceramica della SOMS di Cerreto, ecco il perché di tanto successo

Condividi articolo

A grande richiesta torna Con le Mani in Società, il corso base di ceramica organizzato dalla Società Operaia di Cerreto Sannita, con la cooperazione del maestro ceramista Antonio Sagnella e con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale cerretese. Un appuntamento molto sentito, che da anni si rinnova con piacere e con grande partecipazione da parte di famiglie entusiaste e bambini che manifestano tanta voglia di creare, conoscere e sperimentare.

“Certamente uno degli aspetti più importanti di questo corso – dichiara Antonio Sagnella, maestro ceramista della Bottega Giustiniani di San Lorenzello –  è il grande lavoro sinergico che ogni volta si crea tra un’associazione, una bottega privata e gli amministratori del paese. Una fervida collaborazione che viaggia sul percorso della sensibilizzazione alla ceramica e al mondo dell’arte, affinché i giovani cittadini del nostro territorio possano scoprire le proprie radici e tradizioni”.

Il corso si svolgerà nella sale del centro polifunzionale Marc di Cerreto Sannita e ospiterà bambini di ogni età, provenienti da ogni dove. L’interessamento, infatti, non proviene solo dai cittadini delle due Città della Ceramica per antonomasia, Cerreto e San Lorenzello, ma attira nuovi appassionati che provengono dai più disparati paesi della Valle Telesina. E forse il vero punto di forza è proprio questo: tante realtà diverse, tante storie da mettere insieme e raccontare, sporcandosi le mani durante la manipolazione della ceramica.

Ce lo conferma Alessandro, giovane telesino che per la seconda volta ha deciso di prendere parte al corso, dopo averlo già frequentato lo scorso agosto: “Il maestro Sagnella sa come coinvolgerci. Ci ha insegnato la tecnica della manipolazione, della lavorazione al tornio, della pittura su mattonella, giocando, divertendoci, facendoci indovinelli e raccontando storie e barzellette, tutto all’insegna delle risate e di tanto divertimento”. “Si sono create anche molte amicizie – conclude il giovane – ed è stato bello confrontare le nostre storie, le nostre tradizioni, dato che molti di noi provenivano da paesi diversi”.

La Società Operaia di Cerreto Sannita è molto attiva sul territorio, e svolge un ruolo di primaria importanza per la valorizzazione e la scoperta delle nostre tradizioni e delle risorse della zona. “Il nostro sodalizio organizza corsi da più di 140 anni – racconta Adam Biondi, presidente della Società – Il primo fu un corso di disegno, a firma di Nicola Avellino, Saverio DI Crosta e Luigi Biondi, poi replicato per tanti anni. In seguito, la SOMS ha dato vita a corsi di cultura generale, a scuole serali per insegnare agli artigiani a leggere e scrivere, corsi di cucito, corsi di lettura con conseguente creazione di una piccola biblioteca, corsi di formazione per muratori, dato che erano molti i disoccupati e l’intento era quello di insegnare un mestiere. Nel tempo si era persa la tradizione dei corsi e l’abbiamo recuperata anche grazie a questa iniziativa di ‘Con le mani in Società’. Con la collaborazione di Antonio Sagnella le cose sono radicalmente cambiate: è un maestro nel suo lavoro ma anche nel suo modo di approcciare ai bambini. Sa attirare la loro attenzione e curiosità ed è per questo che i nostri corsi hanno sempre tanto successo e vedono numerosi ritorni”.

“Questa collaborazione tra la Società Operaia, la bottega artigiana che rappresento e il Comune – prosegue il maestro Sagnella – insegna che le botteghe d’arte e artigianato possono diventare sempre più dinamiche, e possono andare in direzione del futuro, incontro ai bambini, per sensibilizzare alla conoscenza della ceramica e della antiche arti del nostro territorio. Mi piace pensare che oltre alla viva curiosità che questo corso accende nei giovani, uno di questi bambini, un giorno, possa diventare un ceramista: bene, se avverrà, sarà un mio figlio d’arte ma anche di Adam Biondi che mi ha dato questa possibilità”.

Il corso mette al centro la ceramica ma ruota su tanti aspetti, proprio per far incuriosire i giovani, i bambini ancora molto lontani dal mondo dell’arte, usando l’approccio del gioco, della scoperta delle forme e dei colori, la conoscenza e la manipolazione dei materiali. Un corso a un modico prezzo di costo, che non ha alcuno scopo di lucro, ma solo quello del recupero dei materiali messi a disposizione dalla bottega Giustiniani, che si occupa, tra l’altro, anche della cottura in forno dei manufatti che ogni bambino creerà e porterà a casa. E intanto i bambini si rilasseranno, impareranno e creeranno e porteranno a casa tante nuove esperienze acquisite.

Ancora Sagnella: “Un grande grazie va anche al socio del Sodalizio, Giovanni, sempre disponibile a darci aiuti concreti per la buona riuscita del corso. E un ringraziamento doveroso va al Comune di Cerreto Sannita: la cooperazione con gli amministratori è un valore aggiunto per la nostra iniziativa e non è per nulla scontata”.

Entusiasmo, tanto, è manifestato anche dalla dott.ssa Ilaria Tedeschi, assessore del comune cerretese che ci tiene a manifestare il suo più vivo interessamento e i suoi sentiti ringraziamenti all’antica Società Operaia cittadina e al maestro ceramista: “La nostra amministrazione comunale è sempre lieta di supportare, promuovere e patrocinare gli eventi organizzati dalle associazioni presenti sul territorio che si prodigano per la diffusione del sapere in ogni campo, sia esso scientifico che culturale e che condividono passione e interesse in ambito culturale, sociale, di volontariato. La società operaia di Mutuo Soccorso, sapientemente guidata dal presidente Adam Biondi, rappresenta una realtà associativa solida e proficua per la nostra cittadina. Per tale motivo apprezziamo, come comunità, che la SOMS organizzi con regolarità eventi, manifestazioni e laboratori, come il corso base di ceramica curato dal maestro Antonio Sagnella, dedicato ai nostri bambini, che incontra ogni volta tanta partecipazione ed entusiasmo”.

Non solo ceramica: è molto ricco il programma natalizio della SOMS di Cerreto Sannita: tombolate i prossimi 11 e 30 dicembre e 6 gennaio, che dopo due anni vedrà il ritorno della Befana con le sue calze e dolcezze, e ancora un laboratorio di lanterne natalizie, organizzato da ragazze cerretesi. Inoltre è partito il tesseramento per il 2023. “Speriamo di riuscire a coinvolgere sempre un maggior numero di persone alla nostra vita associativa” – chiosa Biondi.

“E speriamo di attirare sempre più persone, di diversi paesi, anche ai nostri corsi di ceramica – conclude Sagnella – I numeri sono sempre più incoraggianti e il vivo interessamento dei più giovani all’antica arte figulina è una speranza per questa meravigliosa risorsa del territorio, uno sprone per andare avanti e riuscire a coinvolgere sempre più associazioni e istituzioni scolastiche”. Il termine ultimo per le iscrizioni è il 15 dicembre.





Print Friendly, PDF & Email