Ecco le misure per le spiagge libere in Abruzzo

pubblicato in: Notizie dall'Italia | 0
Condividi articolo

Il governatore della regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha firmato l’ordinanza n. 59/2020 con cui si vengono stabilite le misure sanitarie necessarie per il contenimento del Covid-19. Si dovrà rispettare un distanziamento minimo di 3,5 metri tra i pali degli ombrelloni (pari a un’area di 12,25 metri quadri), sia negli stabilimenti balneari che nelle spiagge libere; e proprio nelle spiagge libere i Comuni dovranno delimitare delle piazzole con nastri per creare delle aree riservate, da prenotare obbligatoriamente tramite app o piattaforme online per avere il diritto ad accedervi.

STABILIMENTI BALNEARI. Per gli stabilimenti balneari la prenotazione può essere uno strumento utile al fine di evitare code e assembramenti e anche il pagamento tramite card contactless o prepagate o attraverso portali/app web durante la prenotazione. “I percorsi di entrata e uscita dovrebbero, ove possibile, essere differenziati prevedendo chiara segnaletica nell’orientamento dell’utenza”. Sarà possibile affittare un ombrellone o un lettino anche senza prenotazione, ma il gestore dello stabilimento dovrà comunque raccogliere i dati del cliente. Gli accessi dovranno avvenire “in modo ordinato al fine di prevenire assembramenti, attraverso percorsi dedicati, prevedendo ove necessario la segnatura della distanza di un metro sulle parti comuni e i camminamenti con maggior passaggio e afflusso di clienti”. Inoltre, “la zona ombreggio andrà organizzata garantendo adeguati spazi per la battigia in modo da garantire agevole passaggio e distanziamento fra i bagnanti e i passanti e prevedendo percorsi/corridoi di transito differenziati per direzione e minimizzando gli incontri fra gli utenti”.

Il personale dovrà rispettare i seguenti criteri:

  • Distribuzione delle postazioni da assegnare ai bagnanti prevedendo la numerazione delle postazioni e la registrazione per ogni postazione degli utenti, stagionali e giornalieri, per quantificare la capacità dei servizi erogabili;
  • Igienizzazione delle superfici prima dell’assegnazione della stessa attrezzatura a un altro utente, anche nella stessa giornata.
  • Accompagnamento all’ombrellone da parte di personale dello stabilimento adeguatamente formato, che informi la clientela sulle misure da rispettare;
  • Le procedure in caso di pioggia o cattivo tempo per evitare l’assembramento degli utenti presenti nei locali dello stabilimento;
  • La distanza di 3,5 x 3,5 metri tra i pali degli ombrelloni e di 1,5 metri tra lettini;
  • Sono vietati l’uso promiscuo delle cabine e le attività ludiche e sportive di gruppo. Il personale dovrà indossare la mascherina chirurgica.

I clienti dovranno mantenere la distanza interpersonale di un metro e non potranno accedere allo stabilimento se hanno una temperatura pari o superiore a 37,5 gradi.

SPIAGGE LIBERE. Norme molto più restrittive per le spiagge libere.

  • Vi saranno disposizioni volte a limitare lo stazionamento dei bagnanti sulla battigia per evitare assembramenti;
  • verrà preliminarmente mappato e tracciato il perimetro di ogni allestimento (ombrellone/sdraio/sedia). con uso di nastri o strumenti simili, per permettere agli utenti un corretto posizionamento delle attrezzature proprie nel rispetto del distanziamento e al fine di evitare l’aggregazione;
  • verranno definite turnazioni orarie, anche attraverso utilizzo di app/piattaforme online e verranno stabilite tariffe agevolate anche per il parcheggio, che potrà essere prenotato contestualmente, ove possibile;
  • Verranno assicurate opportune misure di pulizia della spiaggia e di igienizzazione delle attrezzature comuni, come i servizi igienici o le docce, se presenti.
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Print Friendly