Morto di Covid dopo essere risultato negativo al tampone

postato in: Notizie dall'Italia | 0
Condividi articolo

Sconcertante  la scoperta di un uomo di 41 anni con polmonite bilaterale, ma negativo al tampone Covid, morto senza che nessuno potesse prendere i necessari accorgimenti per la sicurezza. È accaduto a Lavagna, in provincia di Genova, dove un uomo era arrivato in gravi condizioni dalla sua abitazione Chiavari, un meccanico prima che un ictus lo rendesse disabile. Dopo due tamponi negativi, solo il terzo, dopo la sua morte, aveva dato esito positivo. Solo l’insistenza del medico di famiglia aveva consentito di ricoverare l’uomo a Lavagna, ove l’uomo era arrivato con difficoltà respiratorie e gli era stata riscontrata una polmonite bilaterale. Un primo tampone ha dato esito negativo e, in attesa del secondo, l’uomo è stato trasferito al reparto Covid dell’ospedale di Sestri Levante, ove è stato effettuato il secondo tampone, anch’esso negativo.

Nonostante la polmonite il paziente è stato dimesso e mandato a casa. Quando il suo medico di base ha chiesto di eseguire tutti gli esami necessari e le cure appropriate, l’uomo ha ottenuto un nuovo ricovero a Lavagna, nel cui reparto è stato curato come un paziente normale, ricevendo addirittura le visite dei parenti. In breve tempo le sue condizioni si sono aggravate: l’uomo è stato quindi spostato in una stanza singola, dove poco dopo è morto. Il tampone fatto dopo la morte ha confermato che la polmonite bilaterale era stata una conseguenza del Covid-19.

Print Friendly, PDF & Email