Alla contrada Pagani di Paupisi attesa per il concerto di Rico Femiano

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – Antonio Iesce

C’è attesa alla contrada Pagani di Paupisi per la serata clou in occasione dei solenni festeggiamenti a Maria Santissima di Pagani organizzati dall’associazione socio-culturale ‘Il Sogno’. Domani, sabato 30 luglio, infatti ci saranno due grandi appuntamenti sul palco di Pagani, presentati dal conduttore radiotelevisivo Francesco Vitulano: alle ore 21:30 si esibirà la Cover Band – Diego Sanchez tribute a Massimo Ranieri e alle ore 23:00 il grande concerto di Rico Femiano. Rico Femiano, classe 1986, sin da ragazzino ha avuto la passione per il canto, tant’è vero che all’età di 8 anni ha inciso il suo primo Brano dal titolo “Carezza e n’ora”, vivendo un’ infanzia non del tutto rosea così come ogni bambino merita, ma con la certezza di avere una mamma dedicatasi anima e cuore pur di vederlo un giorno calpestare palcoscenici importanti. Ricorda con certezza ferma che i momenti di povertà hanno fatto da padrona tanto da mangiare per settimane intere pasta al pomodoro, e forse da lì deriva la grande umiltà e bontà d’animo di questo artista.

La realizzazione di esordire nella musica lo deve allo Zio Carmine, fratello della mamma, che gli fa da manager, poi interrompe quello che per lui è la realizzazione di un sogno, riprendendolo dopo 5 anni e così che all’età di 17 anni sempre con lo Zio Carmine ricomincia il suo percorso canoro, andando in giro per ristoranti, esibendosi con sole cover a battesimi, comunioni e matrimoni. Dopo 2 anni incide il suo primo album “Sensazione d’amore”. Nel 2007 viene poi selezionato dal maestro Nino D’Angelo per lo spettacolo “Nu Jeans e na maglietta”: calcherà tanti teatri grazie a quel progetto ma poi di nuovo il buio, lascia tutto per dedicarsi al lavoro, dal venditore di folletto porta a porta a qualsiasi altro lavoro lo portasse a confrontarsi con le persone. L’amore verso quest’arte diventa quasi un’ossessione, una dipendenza tale da portarlo a mettere del denaro da parte e auto-prodursi il nuovo lavoro discografico “Fuoco e Cenere”.

Poi si allontana dalla musica per dedicarsi al lavoro e alla mamma, fonte di grande ispirazione. Nel 2015 inaspettatamente riceve una telefonata e nacque così “L’Ammore Overo”. Non riscosse grandi vendite ma l’album fece da trampolino nell’ascesa di Rico, in particolar modo quella melodia e quel testo entró nel cuore di tanti ragazzi. Dopo poco ci fu la consacrazione, l’album che risvoltò il nome di Rico, il titolo fu ed è tutt’ora una certezza di quel che è stato e quel che è Femiano per Napoli “Tempesta Perfetta”, un connubio impeccabile tra amore, sentimento e legame alle origini familiari, infatti le canzoni che hanno riscosso maggior successo sono state “Quanno succere” e “A storia e na signora” dedicata alla Mamma. Poi sono nati “Non Va”, “Bella e nfame”, “si a meglio è tutt e femmene”,

“Sei tutto l’amore” e tanti altri che hanno affermato lo spessore e la grandezza di un ragazzo dalla vita travagliata. Afferma Rico Femiano: “Nella mia vita ho visto tutto, la fame, il sacrificio di chi mi ama, il fallimento e oggi , grazie a Dio, alla mia famiglia e principalmente a chi segue la mia musica sto realizzando il mio desiderio, vivere di musica”. Gli ultimi successi ottenuti sono: “Nun è facile”, “Nnammurato e te”, “Io song io e tu si tu”, “Famme murì” e la collaborazione e il grande successo di “Io so guaglione” con Nancy Coppola e Stefania Lay raggiungendo oltre 20milioni di visualizzazioni su Youtube. Nel 2021 esce con i brani “A’ sora e’ Maria”, “Veleno e ammore”, “Sì ‘a cosa cchiù bella” e “Addo vuò tu e quanno vuò tu” con la grande partecipazione di Giusy Attanasio. Inizia il 2022 presentando il nuovo brano dal titolo “‘A ‘nnammurata cchiù carnale” che sicuramente canterà alla contrada Pagani di Paupisi.





Print Friendly, PDF & Email