ASD Pontelandolfo C5, Mella: “Situazione difficile, improbabile l’iscrizione al prossimo campionato”

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – ASD Pontelandolfo C5

È tempo di bilanci e futuro in casa Pontelandolfo C5. In questi giorni la dirigenza si è incontrata per discutere di quanto fatto in passato ma soprattutto per cercare di capire cosa potrà riservare il futuro. Anche questo anno tra mille difficoltà la stagione è stata portata a termine nel migliore dei modi, con una squadra costruita e partita con ben altre ambizioni che poi hadovuto ridimensionare strada facendo ma che comunque ha raggiunto i play-off ancora una volta alla fine del torneo.

Ambizioni, quelle del team allenato da Mister De Michele che stavano rispettando le aspettative di inizio stagione. Importante ricordare che a  inizio girone di ritorno Toscano e compagni occupavano saldamente e in solitaria la prima posizione della classifica. Il futuro però sembra tutt’altro che roseo. Enormi sono le difficoltà attuali che sommandosi a quelle avute nel girone di ritorno per il momento hanno portato la massima dirigenza alla decisione di non disputare più alcun torneo di calcio a 5.

Gli imprevisti ci sono stati e hanno segnato tanto sia la squadra che tutta la comunità pontelandolfese, a essi poi si sono aggiunti alcuni addii importanti di calcettisti di esperienza che hanno abbandonato perché costretti a spostarsi altrove per lavoro e attualmente i numeri dicono che probabilmente non ci sono le condizioni per poter ripartire.

Il responsabile numero uno, Mella: “ La situazione attuale sembra non essere delle migliori per andare avanti. È tanto il dispiacere dover annunciare che l’ASD Pontelandolfo C5 quasi sicuramente non disputerà alcun campionato a partire dalla stagione 2022/2023. Purtroppo di ragazzi intenzionati a mettersi in gioco se ne trovano sempre meno e molti dello zoccolo duro della nostra squadra non li abbiamo più disponibili, oltre che quelli ancora fermi per provvedimenti ingiusti emessi nei loro confronti dal Questore di Avellino dopo la fatidica gara di Lauro.

Dal 2018 abbiamo sempre onorato il nostro impegno di garantire al nostro paese una squadra che li potesse rappresentare in giro per la Campania, oggi non ci sono davvero più le condizioni.” Poi continua : “A nome mio e di tutto lo staff ringraziamo tutta la ASD Pontelandolfo Calcio che ci ha dato la possibilità di partire con il primo campionato nel 2018 e continuare ininterrottamente fino ad oggi. In particolare ringraziamo il Presidente Gabriele Palladino e il Mister Salvatore Perugini per aver accolto la nostra proposta ed averci affidato senza alcun problema e timore la direzione di riorganizzare nel 2018 il Futsal nel nostro paese. Inoltre ringraziamo chi con il suo contributo, morale, ma soprattutto economico ci ha sempre sostenuto ed ha creduto in noi in questi anni tanto da poterci mettere in condizione di non far mancare nulla a tutti i calcettisti che si sono impegnati in questi anni per questo team, l’Amministrazione Comunale e tutti i tifosi e simpatizzanti. La nostra decisione oltre che essere frutto di condizioni sia numeriche che morali che non ci consentono sicuramente al momento attuale di poter programmare un futuro, è purtroppo, come accennato già in precedenza, anche dovuta al fenomeno dello spopolamento che interessa le nostre piccole aree dalla quale tanti giovani sono costretti ad andare via oltre che al poco interesse che i ragazzi attuali mostrano per il calcio e di conseguenza per il Futsal. Per il momento ci facciamo da parte ma non ci tireremo mai indietro per consigli o altro se qualcuno vorrà al nostro posto tentare una nuova avventura.”

 La stagione comunque per l’ASD Pontelandolfo C5 si potrà probabilmente dire terminata ad Agosto quando i ragazzi del Futsal saranno impegnati in un Memorial che per ragioni di pandemia diverse volte è stato rimandato ma che in questi giorni si sta vedendo di organizzare per ricordare due ex calciatori e nostri tifosi del grande Pontelandolfo scomparsi qualche anno fa, occasione in cui i ragazzi tenteranno di radunare dopo anni quanti più componenti di quella gloriosa squadra. 





Print Friendly, PDF & Email