Consorzio di Bonifica Sannio Alifano, elezioni rinviate a gennaio 2023

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – Consorzio di Bonifica Sannio Alifano

Su richiesta dei rappresentanti di Terra e Acqua (Coldiretti), Impegno per il Sannio Alifano e Sviluppo e Progresso per il Sannio Alifano, che hanno ritirato le rispettive liste, e d’intesa con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, il Presidente Della Rocca ha annullato la tornata elettorale prevista per domenica 2 ottobre.

Le elezioni per il rinnovo del Consiglio dei Delegati del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano previste per domenica 2 ottobre, sono state rinviate d’ufficio al 29 gennaio 2023. A deciderlo il presidente dell’Ente, Franco Della Rocca, che, poco fa, ha adottato la delibera presidenziale con cui prende atto della decisione adottata di comune accordo dai rappresentanti di tutte e tre le liste in campo, Terra e Acqua (Coldiretti), Impegno per il Sannio Alifano e Sviluppo e Progresso per il Sannio Alifano, che nel pomeriggio hanno ritirato le liste e chiesto insieme di rinviare la tornata elettorale, così come concordato anche con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania nel corso di una interlocuzione avuta sempre nel primo pomeriggio di oggi.

Le criticità emerse nelle ultime settimane relativamente all’interpretazione del Regolamento Elettorale, e finite al centro di ricorsi giudiziari e di altrettante ordinanze dei Giudici, in primis la esclusione della lista della I fascia di Terra e Acqua presentata da Coldiretti, ed il rischio di ulteriori reclami che avrebbero potuto portare ad inficiare l’intero procedimento elettorale, hanno spinto le parti a chiedere ed ottenere uno slittamento della data delle elezioni alla fine del prossimo mese di gennaio, con la ripetizione dell’intera procedura e, quindi, la ripresentazione delle liste.

“Il rinvio delle elezioni al 29 gennaio 2023 è stato concordato con i rappresentanti di tutte le liste concorrenti, nessuna esclusa, che hanno ritirato nel pomeriggio le proprie compagini per agevolare l’azzeramento della competizione e l’annullamento dell’intero procedimento elettorale, chiedendo di posticipare di qualche mese la campagna elettorale in modo tale da consentire a tutti di poter partecipare, a parità di condizioni, al rinnovo del Consiglio dei Delegati, dopo le decisioni del Giudice nelle ultime ore ed i diversi problemi di natura procedurale sorti nell’ultimo mese”, dichiara il presidente Della Rocca.  





Print Friendly, PDF & Email