Criticità del servizio forestazione, Di Maria e Ucem chiedono incontro in Regione

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo

Comunicato Stampa – Ufficio Stampa Provincia di Benevento

Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, anche nella sua qualità di Vice Presidente Vicario Uncem Campania, ha condiviso il documento firmato dal Presidente Uncem Vincenzo Luciano sulla materia del rilancio del Servizio Forestazione sul territorio regionale, ritenendo tale attività strategica ed essenziale per la valorizzazione ed il rilancio delle aree interne.

Il Presidente Luciano, com’è noto, nel suo documento, ha sottolineato come in questi mesi gli Enti Delegati dalla Regione Campania, nonostante le difficoltà acute che travagliano il comparto, hanno assicurato il regolare svolgimento del Servizio Forestazione. Gli enti hanno anticipato dai propri bilanci le spettanze ai lavoratori, sebbene ancora non siano stati loro accreditati i fondi per l’anno in corso (e siamo a fine settembre) e solo trenta giorni or sono sia stato accreditato il 20% circa di quanto previsto nel secondo stralcio del 2020. Per non parlare, ha aggiunto Luciano, dei ritardi negli accrediti del Servizio Antincendio 2020, mentre ancora nulla è stato versato per l’AIB 2021; delle carenze di personale tecnico, amministrativo e degli stessi operatori sul campo. Eppure, ha chiosato Luciano, nonostante tutta questa zavorra di criticità, il servizio a difesa dei territori e a tutela del paesaggio e dell’ambiente è stato sempre garantito.

Il Presidente della Provincia di Benevento Di Maria, condivisa tale analisi, ha fatto proprie le conclusioni cui è giunto il Presidente Luciano e cioè che debba essere rilanciata con forza la cooperazione istituzionale con la Regione per poter definire i diversi piani del problema gestionale della forestazione, anche per garantire i livelli occupazionali, obiettivo di fondamentale importanza per il Sannio. L’Uncem regionale ha già avanzato una serie di proposte per snellire le procedure, sciogliere le rigidità della programmazione regionale, stabilizzare il personale, creare nuova occupazione utilizzare al meglio le risorse finanziarie europee disponibili, avviare accordi di programma con gli altri Enti territoriali (Parchi e concorsi), come anche con Associazioni e privati della filiera del legno e /energia, pellet, etc.): di questo programma di riforme se ne parlerà in un incontro in programma tra il Consiglio dell’Uncem e l’Assessore regionale Nicola Caputo.

Print Friendly, PDF & Email