Elezioni, Ianaro: “Pd ha pagato prezzo troppo alto, continuerò a vivere la politica con attenzione al Sannio”

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa

“Il risultato esprime una volontà precisa degli elettori, quindi complimenti ai vincitori locali oltre che a quelli nazionali. Un augurio di buon lavoro per tutti, in particolare per il Sannio, che ha bisogno di tanto lavoro e capacità di visione. Per i giovani soprattutto, in quanto è necessario non perdere capitale umano prezioso per il presente e il futuro”. Così Angela Ianaro, deputata uscente del Pd, in un’intervista al quotidiano ‘Il Mattino’. “Penso che il Pd abbia pagato un prezzo troppo alto per un partito che ha mostrato gran senso di responsabilità e ha cercato di tenere la barra dritta durante i periodi difficili della legislatura come quello della pandemia e del conflitto che ci vede coinvolti molto da vicino. Forse questo senso di grande responsabilità non siamo riusciti a trasmetterlo e a spiegarlo, ed è stato un po’ lo scotto pagato rispetto a chi ha semplificato il messaggio e ha contribuito a una instabilità politica di cui il Paese non aveva bisogno” ha detto Ianaro commentando il risultato del Pd.

Relativamente al suo prossimo futuro: “Rientrerò all’università, da dove vengo e da cui traggo grande soddisfazione oltre alla famiglia. Sono certo molto dispiaciuta di non poter portare a termine un lavoro che stava dando frutti nella ricerca pubblica, istruzione e sanità. D’altro canto le aspettative della vigilia non erano estremamente rassicuranti. Non ero blindata, c’era consapevolezza che il percorso era complicato. Continuerò a vivere la politica anche per il profondo amore per il Paese. Inoltre ho fondato a Roma l’associazione inter-istituzionale ‘Scienza, salute e innovazione’, di cui sono la presidente, che ha lo scopo di mettere insieme diversi mondi che ruotano attorno alla salute e alla scienza. Ovviamente l’associazione avrà un occhio rivolto al territorio sannita sperando di coinvolgere le energie migliori anche della mia terra”.





Print Friendly, PDF & Email