I ragazzi della pasticceria sociale Dolcemente alla scoperta della coltivazione delle mele annurche

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – Giovanni Pio Marenna

Dolcemente, visita dei ragazzi all’azienda agricola Buffolino alla scoperta della coltivazione e raccolta delle mele annurche di Sant’Agata de’ Goti

Hanno ripreso a lavorare da qualche settimana, senza mai fermarsi e a ritmi vertiginosi, i 30 ragazzi della pasticceria sociale di comunità Dolcemente della cooperativa sociale di comunità iCare. Tra catering completi su richiesta, e realizzazione di torte e biscotti, ci voleva un rilassante pomeriggio di pausa dalle attività lavorative. L’occasione è stata data dall’azienda agricola Buffolino di Sant’Agata de’ Goti, che gentilmente ha ospitato la gioiosa carovana. Un pomeriggio di relax trascorso tra i meleti, immersi nel verde delle campagne caudine. 

Lontani da fornelli, forni, tavoli da cucina e prodotti da realizzare, i ragazzi, accompagnati dai responsabili del laboratorio, hanno imparato come si coltiva, innesta, seleziona e raccoglie la diffusa e conosciuta mela annurca di Sant’Agata de’ Goti, notissima cultivar campana, dalla buccia liscia di colore giallo-verdastro (tendente al rosso quando viene esposta al sole) di pezzatura medio-piccola e forma appiattita e sferoidale. La cooperativa iCare ringrazia il parroco di Forchia don Giacomo Buffolino e la sua famiglia per la smisurata disponibilità data. Il laboratorio Dolcemente, nato 5 anni fa per rispondere al bisogno di creare luoghi inclusivi e accoglienti non solo per le relazioni sociali di ragazzi con disabilità, ma anche per realizzare le condizioni di una cultura del lavoro di persone con svantaggio.





Print Friendly, PDF & Email