Paupisi, tutto pronto per la festa di Sant’Antonio e la “Festa dell’Emigrante”

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – Antonio Iesce

C’è tanta attesa a Paupisi e non solo per i solenni festeggiamenti in onore al Santo Patrono Sant’Antonio di Padova e per la prima edizione della Festa dell’Emigrante. Comune di Paupisi, Parrocchia ‘Santa Maria del Bosco’ e  Pro Loco di Paupisi hanno stilato insieme il programma delle due manifestazioni che si terranno i prossimi 11, 12 e 13 giugno. “Torneranno molti emigranti per questa occasione – afferma Dario Orsillo presidente della Pro Loco di Paupisi – e il nostro borgo si prepara ad accoglierli nel migliore dei modi. Gli emigranti, coloro che hanno deciso di lasciare il paese per sviluppare altrove il loro progetto di vita, – continua Orsillo – nella maggior parte dei casi conservano un legame affettivo indissolubile con la terra d’origine. Così è per molti paupisani oggi cittadini di città e Stati anche molto lontani dalla provincia di Benevento che non perdono l’amore per la propria terra. A loro dunque è dedicata la 1° Festa dell’Emigrante voluta fortemente dalla locale associazione Pro Loco con il fine di consolidare il senso di appartenenza alla comunità che si allarga ben oltre i confini del piccolo borgo e che si svolgerà sabato 11 e domenica 12 giugno e si inserirà nei festeggiamenti in onore del nostro Santo Patrono S. Antonio di Padova organizzati dal Comune e dalla Parrocchia che si terranno il 13 giugno”.

Il programma religioso prevede l’inizio delle celebrazioni domenica 29 maggio alle ore 19:15 con un rito simbolico della ‘consegna’ della statua di Sant’Antonio da parte del primo cittadino Antonio Coletta all’amministratore parrocchiale don Antonio Fragnito in piazza don Tommaso Boscaino. Seguirà l’Intronizzazione del Santo e la Santa Messa animata dal coro parrocchiale della terza età nella chiesa S.Maria del Bosco. Nei successivi 13 giorni sarà celebrata quotidianamente alle ore 19:00 nella chiesa S. Maria del Bosco la S. Messa con la tredicina e la meditazione sulla vita del Santo.

Domenica 12 giugno, oltre la consueta messa domenicale delle ore 10:00, verrà celebrata alle ore 19:30 la Santa Messa internazionale dell’Emigrante, animata dal coro parrocchiale della terza età. Il 13 giugno, giornata della Festa del Taumaturgo di Padova, sarà celebrata la Santa Messa solenne alle ore 10.00, animata dal coro polifonico della Pro Loco ‘Papisius’ e a seguire ci sarà la tradizionale processione del Santo Patrono che percorrerà le vie principali del paese accompagnata dalla banda musicale ‘Città di Airola’. Un momento, questo della processione del mattino, molto sentito e che si teneva da oltre un secolo ma che da diversi anni era stato spostato al termine della Santa Messa delle 19:00. In questo modo, è inutile nasconderlo, il 13 giugno a Paupisi non sembrava festa poiché la maggior parte dei fedeli raggiungeva la Chiesa parrocchiale solo nel pomeriggio per poi partecipare alla processione.

Quest’anno invece non sarà così: si rispetterà la tradizione di oltre un secolo con la processione di mattina, gli inni al Santo (O Tu di Padova, Se le grazie volete o fedeli, Vengo a te o Benefico Santo ecc) e con la recita del responsorio in onore a Sant’Antonio, il Si quæris miracula.  Il programma religioso della giornata continuerà alle ore 19.30 con la celebrazione della santa messa , animata dal coro parrocchiale della terza età. Per quanto riguarda invece gli spettacoli musicali dei festeggiamenti civili,  per ragioni tecniche e di sicurezza, a causa dei numerosi cantieri aperti in paese non si terranno nel tradizionale Largo Giuseppe De Marco, ma in piazza Don Tommaso Boscaino. Il programma civile prevede nei giorni 11, 12 e 13 giugno una mostra storica sull’Emigrante a cura di Loredana Orsillo ed Eduardo Rillo; poi sabato 11 giugno alle ore 11.00 in via L.Sturzo ci sarà l’inaugurazione del parco giochi inclusivo intitolato ad Antonio D’Agostino e alle ore 21:00 ‘Arietta Popolare’ con canzoni napoletane e popolari. Domenica 12 giugno, invece, al termine della celebrazione delle ore 19:30 ci sarà il Saggio di danza di fine anno dell’ ASD Wellness Center a cura della maestra Fernanda Insogna della scuola Francesca Saveria Cotroneo. Seguirà poi una serata danzante con il gruppo Mary e Gigi e la partecipazione di Francesco Tiberio e il suo organetto. Il 13 giugno infine, gran finale con “I Trementisti” in concerto con un repertorio di musica popolare legata alla loro terra di origine, il Sannio. Al termine dei festeggiamenti  spettacolo di fuochi pirotecnici della ditta Pannella che colorerà di magia il paese e il paesaggio circostante. Durante le tre serate ci sarà uno stand gastronomico con prodotti tipici locali e buon vino.  “Che dire di più – conclude Dario Orsillo – prepariamoci a tutti i momenti religiosi di questa grande festa rinnovando la devozione molto sentita per il Taumaturgo di Padova e sono convinto che saremo in tanti anche nelle tre serate dei festeggiamenti civili per divertirci e assaporare la bellezza dello stare insieme con il primo appuntamento estivo dell’Estate Paupisana”





Print Friendly, PDF & Email