Pd e Dei Goti: “GAL Taburno dice sì al progetto ‘La via dell’acqua disegnata dall’acquedotto Carolino’”.

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – Ufficio Stampa Gruppi Consiliari PD e Dei Goti

Sant’Agata de’ Goti, così i Gruppi Consiliari PD e Dei Goti: “Siamo molto soddisfatti di questo grande risultato, ennesima dimostrazione di come la lungimiranza delle scelte politiche e la capacità e competenza nel saper cogliere le opportunità conducono certamente alla riuscita dei grandi disegni progettuali di qualsiasi natura.Non sono iniziati a settembre 2019, con l’approvazione in consiglio comunale della convenzione tra Sant’Agata de’ Goti, Durazzano e Moiano, per la valorizzazione turistica del tracciato “La via dell’acqua disegnata dall’acquedotto carolino” mediante una pista ciclopedonale, i progetti per la messa a punto di azioni che valorizzassero l’immenso e notevole patrimonio architettonico, artistico e naturale del nostro territorio. La promozione del ruolo e della funzione di Sant’Agata de’ Goti quale Porta di ingresso del Parco Regionale del Taburno e la valorizzazione dell’Acquedotto Carolino (Patrimonio Unesco) è una delle tappe di una più ampia programmazione e progettazione iniziata anni fa con l’amministrazione Valentino e che mirava allo sviluppo e alla valorizzazione di itinerari turistici e ricreativi del patrimonio culturale, rurale, naturale e storico. Tra i primi itinerari, seppur in fase ancora di sviluppo, c’era il percorso dell’acqua che ha avuto un grande successo nell’ambito delle manifestazioni di Tufacea finanziate anche con fondi regionali/europei. Sono frutti questi che derivano da un buon seminato ben coltivato che è basato anche sulle collaborazioni, condivisioni, partecipazioni con altre Istituzioni ed Enti.

In questo caso ci riferiamo ai comuni di Durazzano e Moiano, alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle province di Benevento e Caserta che ancora oggi ringraziamo per la pronta e fattiva collaborazione, ma soprattutto grazie alla grande opportunità di appartenere al Consorzio Gal Taburno e di avere accesso a partecipare alle diverse tipologie di bandi finalizzate alla valorizzazione dei territori.E pensare che questa amministrazione non aveva nemmeno inserito il Gal Taburno, tra gli enti partecipati dall’Ente,  nel DUP approvato nel consiglio del 18 novembre 2020 e solo dopo nostra attenta revisione del DUP e pronta sollecitazione in consiglio (e non per fare ammuina come qualcuno continua a dire), la maggioranza si è ‘svegliata’ e sta tentando anche in modo alquanto anomalo di porre rimedio.Saremo attenti e vigili affinchè non si disperda un patrimonio di progetti e di idee concretamente realizzabili, innovative ed originali. Coerenti sempre nell’azione messa in campo, turismo e sue infrastrutture una priorità per tutti. Ora piu che mai.





Print Friendly, PDF & Email