Sant’Agata de’ Goti, al via i lavori per la nuova toponomastica

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – Comune di Sant’Agata de’ Goti

A quasi sette anni dall’approvazione della nuova toponomastica cittadina (2014), è partita in questi giorni la materiale esecuzione dei provvedimenti allora adottati e tutte le strade del centro urbano, del centro storico e le piazze delle frazioni sono interessate al posizionamento della segnaletica che indica in nuovi toponimi. Per amore di verità va detto anche che qualche piccolissimo passo era già stato fatto negli anni scorsi (2018/2019/2020) con l’intitolazione di “Piazza Angelo Mario Biscardi” alla frazione San Silvestro, dello stadio comunale “Ugo Ievoli”, del piazzale antistante dedicato a “Giovanni D’Onofrio Canelli”, di “Piazza Giovanni Paolo II” e della I^ traversa di via Sant’Antonio Abate, dedicata alla memoria della testimone di giustizia “Lea Garofalo”.

L’operazione – ha affermato il vice sindaco Giovannina Piccoli – è stata fortemente voluta da quest’amministrazione, che ha investito le risorse economiche ad oggi disponibili, non solo per riqualificare un tessuto territoriale che da tempo attendeva una concreta risposta alla procedura di aggiornamento dello stradario comunale ma anche per mettere fine ad una situazione di difformità e di incertezza che, negli anni, ha creato tanto disagio ai cittadini santagatesi, in particolare a quelli che abitavano in comprensori di strade senza nome (basti pensare all’indefinita Via Pennino o al Viale Giannelli) che rendevano difficile, se non impossibile, anche all’ospite occasionale, individuare questa o quella famiglia/abitazione.”.

Oggi non si può non ringraziare anche chi di quell’operazione è stato il principale artefice, ovvero il dr Mario Maddaloni, allora assessore, oltre ad evidenziare che la nuova cartellonistica delle strade comunali, nel dare finalmente certezza ai cittadini tutti, tenuto conto delle nuove dinamiche commerciali, risolve anche i problemi di chi finora è stato costretto a ricerche affannose e non sempre fruttuose, si pensi, ad es., ai corrieri delle società che curano il recapito a domicilio ogni genere
di articolo e, perché no, anche agli operatori del locale ufficio postale.

Si tratta di un risultato importante – ha dichiarato l’Assessore ai Lavori Pubblici Valerio Viscusi  un segno, quello della volontà di questa Amministrazione di dare dignità ad un paese che merita attenzione e che, anche attraverso i nuovi toponimi, evidenzia ed esalta le figure più significative che ne hanno attraversato la storia nei secoli, fino ai giorni nostri”.





Print Friendly, PDF & Email