Sant’Agata de’ Goti, l’opposizione: “Non commentiamo la sentenza del Tar Campania”

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – Ufficio Stampa Gruppo PD – Gruppo Dei Goti

Documento  Politico-Amministrativo dei Gruppi Consiliari PD – Dei Goti:Al  Presidente del Consiglio Comunale, ai Consiglieri Comunali, come da consolidato stile comportamentale che ci appartiene, non commentiamo in alcun modo la sentenza odierna del Tar Campania, da noi adito al solo ed esclusivo fine di ricevere un pronunciamento, seppur non definitivo, su di una serie di questioni avanzate e mai riscontrateci a livello di governo locale, per le quali si è avviato, nostro malgrado, il procedimento presso il Tar Regionale, oggi pronunciatosi in prima istanza ed in maniera non definitiva con motivazioni che non soddisfano appieno le nostre richieste legate alla lesione e limitazione delle prerogative e funzioni proprie del Consigliere Comunale. Abbiamo maturato esperienze, come in un recente passato, ove addirittura fummo momentaneamente sospesi come Consiglio Comunale dal Tar Campania (anno 2015) per poi ricevere dalla giurisdizione di ultima istanza del Consiglio di Stato piena soddisfazione con lo stravolgimento completo del pronunciamento del Tar Campania.

Questioni certamente diverse, ma la ragione della moderazione dovrebbe insegnare a tutti ad essere parsimoniosi e a centellinare dichiarazioni trionfalistiche per evitare poi di dover “arrossire” su eventuali pronunciamenti, se interessati come ultimo livello di giudizio, per la cui cosa, da non esperiti in materia, sembrerebbero esserci ragioni sufficienti per adire gli illustrissimi giudici del Consiglio di Stato. La Politica si fa certamente con la Politica, con visione e programmazione lungimirante, vicinanza ai cittadini, presenza e disponibilità, ma il livello alla quale si è portata in questi mesi non può essere certamente definito tale: il confronto, l’assunzione di responsabilità sugli atti prodotti o sulle tante distrazioni ed inadeguatezza, le “assenze imbarazzanti” dovrebbero essere un monito per chi oggi ha responsabilità di Governo verso la intera nostra  Comunità: l’umiltà nell’ascolto e nel confronto democratico con tutta la rappresentanza espressa democraticamente, ormai è acclarato, non appartiene a costoro!

Gli inganni non dureranno in eterno, così come le letture strumentali date anche alla odierna Sentenza, della quale abbiamo doveroso rispetto, consci però della possibilità di appellare la stessa nel livello superiore, e definitivo, ovvero il Consiglio di Stato. Il pronunciamento odierno del Tar Campania non cambia la sostanza delle cose, avendo la maggioranza che Governa la nostra Comunità già programmato da settimane, a prescindere dell’esito odierno, per oggi stesso un Consiglio Comunale con ulteriori atti/provvedimenti iscritti all’odg il cui contenuto e risultanza è conseguenza di quelli per i quali si erano impugnati.

Non possiamo fornire il contributo voluto ancora una volta, per evidenti e fondate ragioni non solo di opportunità, perché le discussioni di oggi sono prive, a monte, del contributo che avremmo a suo tempo voluto dare, e viziate. Le evidenti irritualità procedurali anche rispetto alla garanzia dell’esercizio del ruolo di controllo proprio dei Consiglieri Comunali di opposizione è stato leso, a nostro parere,  anche rispetto alle previsioni proprie del TUEL.  Continueremo nella nostra azione politica e amministrativa, con una condotta sempre rispettosa di tutto e tutti, nell’interesse dei cittadini tutti, ma difenderemo sempre le prerogative proprie della rappresentanza popolare che, per quanto ci riguarda, seppur attualmente di minoranza, rappresenta comunque il 45% della nostra Comunità. Il presente documento, sottoscritto dai Consiglieri Comunali aderenti ai Gruppi PD e Dei Goti è presentato dai capigruppo all’avvio dei lavori del Consiglio Comunale odierno, con esplicita richiesta di acquisirlo e trascriverlo formalmente agli atti del Consiglio Comunale“.





Print Friendly, PDF & Email