Sant’Agata, Iannotta: “All’opposizione chiedo di non smettere di lottare sulla questione ospedale”

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – dott.ssa Maria Iannotta (Sant’Agata Viva)

Così la dott.ssa Maria Iannotta (Sant’Agata Viva) sulla questione ospedale discussa ieri sera durante il Consiglio Comunale di Sant’Agata de’ Goti: “Si è svolto ieri sera nella sala Ex Cinema Italia, il Consiglio comunale monotematico su tema OSPEDALE S.ALFONSO MARIA DE’ LIGUORI. La seduta era aperta a un massimo di 20 persone in presenza, ma era trasmessa in diretta streaming sulle pagine istituzionali del Comune.In presenza, solo le forze dell’ordine, qualche non eletto di parte, la portavoce del Movimento civico per l’ospedale, che è rimasta giustamente il tempo necessario, a mio avviso, per appurare che si trattasse di un consiglio comunale farsa.Io ero presente, come cittadina e come coordinatrice di partito di Sant’Agata Viva, che nonostante le etichette, con i pochi mezzi a disposizione, rimane presente sul tema Ospedale, soprattutto. Ebbene ciò che mi viene da dire, come ho già dichiarato sui miei canali social personali, è che questa compagine amministrativa è imbarazzante sul tema, perchè ,oggi, è solo di questo che voglio parlare.

Non ci sono contenuti, non ci sono decreti legge, non ci sono risposte alle domande che ogni cittadino si sta ponendo sul problema.Stiamo parlando di riconversione a polo oncologico da una vita ormai, non avevamo bisogno del Sindaco Riccio per sapere che la struttura verrà utilizzata per  questa o quella specialistica.Non abbiamo bisogno che dopo “un anno di inteso lavoro e preparazione”, cito testuali parole, si risolva tutto in un banalissimo comunicato stampa a firma Regione Campania, che “rassicura” sull’applicazione del decreto 41.

Ma soprattutto non possiamo tollerare che un’istituzione, la nostra istituzione, quella che ci rappresenta ed amministra, si dica soddisfatta del risultato ottenuto.Ma di quale risultato stiamo, o meglio, state parlando?E dirò di più, i nostri rappresentanti di partito in Regione Campania, ci avevano già rassicurato sul problema, ma, siccome per noi, questo non è un traguardo, anzi, abbiamo ritenuto del tutto inutile mettere delle bandierine e prendere in giro i cittadini, vendendo solo fuffa.Ebbene nel 2012 ho partecipato ad un laboratorio teatrale proprio nella sala ex cinema Italia, lo ricordo con un certo trasporto, ieri per un attimo, mi sembrava di essere ritornata a teatro.”Cospargersi il capo di cenere e mettersi l’orgoglio in tasca?” – (cito testualmente) – Per alcuni di voi, non è certamente cosa nuova, visto dove siete seduti oggi e cosa avete rappresentato ieri.L’accordo ieri in Consiglio non è stato trovato, perchè la maggioranza si impone in modo del tutto antidemocratico, impone il nulla però.

Non risponde alle domande della minoranza, perchè non sa che pesci prendere, questa è la verità. Ha celebrato un consiglio comunale monotematico, perchè non ha potuto farne a meno. È un anno che anche noi lo richiediamo. Mi rivolgo infine al gruppo di minoranza: mi rendo conto che dare dignità di interlocutore all’amministrazione scelta dal popolo, oggi, è difficile, ma non smettete di battervi, perchè se c’è qualcuno che ha dato qualche nozione, e qualche contenuto al Consiglio comunale di ieri, certamente non è la maggioranza!

Print Friendly, PDF & Email