Sciame sismico nel Sannio: alcuni Comuni dispongono la chiusura delle scuole

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo

Trema la terra nel Sannio da stanotte. La scossa di terremoto più forte si è registrata alle 11.27, con magnitudo 3.2. ed epicentro a Ceppaloni. Alle 12.15 la terra ha tremato, invece, in corrispondenza di San Leucio del Sannio con magnitudo di 3.1. A Ceppaloni numerosi studenti si sono riversati in strada, usciti in anticipo dalle scuole in via del tutto precauzionale che rimarranno chiuse fino al prossimo mercoledì, per avere il tempo di fare agli edifici tutti i controlli tecnici. A Benevento, gli studenti del Liceo Classico Giannone, dopo l’evacuazione, sono rientrati per pochi minuti soltanto per recuperare il loro materiale scolastico, libri, zaini e quant’altro.

Il sindaco di Ceppaloni, Ettore De Blasio, manifesta preoccupazione anche se non si segnalano danni a persone o cose.
Anche a Benevento, il sindaco Clemente Mastella ha disposto, sempre in via precauzionale, l’immediata chiusura di scuole e uffici pubblici. Le prime scosse di terremoto si sono registrate nella notte scorsa a distanza di venti minuti l’una dall’altra: la prima alle 00.24, a seconda, decisamente più forte, 00.42. Il terzo sisma è delle 7.54 e ha avuto una magnitudo 2.7. Il Presidente della Provincia Antonio Di Maria ha disposto che le aree museali ed espositive di proprietà della Provincia, tra le quali la Rocca dei Rettori, restino chiuse al pubblico e tutte le iniziative già programmate rinviate fino a nuova disposizione.

Print Friendly, PDF & Email