Unisannio nei dipartimenti di eccellenza, al dipartimenti di Ingegneria 9 mln per la ricerca

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato stampa – Angela Del Grosso, Ufficio Stampa Unisannio

L’Università del Sannio, con il Dipartimento di Ingegneria, entra nella lista dei 19 Dipartimenti di Eccellenza delle Università statali, inseriti nell’Area “Ingegneria industriale e dell’informazione” dal Ministero dell’Università e della Ricerca, per il quinquennio 2023-2027.

Un significativo riconoscimento per la ricerca UNISANNIO. Il MUR ha da poche ore pubblicato sul proprio sito istituzionale l’elenco dei complessivi 180 Dipartimenti di Eccellenza 2023-2027 nelle 14 aree CUN (Consiglio Universitario Nazionale) ammessi a finanziamento.

Si tratta di Dipartimenti che spiccano per la qualità della ricerca prodotta e per la qualità del progetto di sviluppo, ai quali è destinato un budget complessivo annuale di 271 milioni di euro. La notizia di questo prestigioso risultato è stata accolta dal rettore Gerardo Canfora con soddisfazione, all’indomani dell’altro importante finanziamento di 6 milioni e mezzo di euro da parte del MUR per l’edilizia universitaria.

“Il Dipartimento di Ingegneria UNISANNIO, già d’Eccellenza nella precedente selezione del 2017, riconferma il suo primato nel panorama nazionale, in un contesto fortemente competitivo – dice il prof. Canfora -. Rivolgo un ringraziamento a tutti i colleghi per il proficuo lavoro di squadra e per il raggiungimento di un risultato che attesta ancora una volta il crescente valore della nostra Università sul territorio”.

“Il progetto finanziato per circa 9 milioni di euro – spiega il direttore del Dipartimento di Ingegneria Nicola Fontana – prevede, tra le tante azioni, la realizzazione di nuovi laboratori con dotazioni scientifiche all’avanguardia che consentiranno di migliorare ulteriormente non solo la ricerca, ma anche le attività didattiche, in modo da rendere l’Università del Sannio sempre più attrattiva. Si tratta di un risultato di grande prestigio, che premia l’impegno quotidiano della nostra classe docente, dei ricercatori e di tutto il personale”.





Print Friendly, PDF & Email