“Guardia sei tu” presenta il candidato Michele Foschini

postato in: Elezioni 2020 | 0
Condividi articolo

Sulla pagina Facebook della lista Guardia sei tu, partecipante alla competizione elettorale del 20 e 21 settembre, è la volta di Michele Foschini, volto e nome già noti nelle file amministrative del passato guardiese. Ecco il saluto alla sua comunità: “Ho trascorso tantissimi anni in attività amministrativa, rappresentando anche Guardia in enti esterni, e nell’ultimo decennio ho avuto la delega all‘Associazione ‘Città del Vino’, un ruolo importante, che ho portato a termine con orgoglio, nel riconoscimento di quanta magnificenza abbia avuto il nostro territorio, fra l’altro, nel progetto Sannio Falanghina ‘Città europea del Vino 2019’. Sono un libero professionista, conduco un’azienda agricola a livello familiare e parte dei miei progetti vertono sul consolidamento del patrimonio agricolo del nostro territorio, per dare la giusta valorizzazione ai prodotti di zona e a un consumo critico e sostenibile. Negli anni trascorsi in Comunità Montana ho sempre prestato grande attenzione alle problematiche relative alla cura del territorio, senza trascurare anche la salvaguardia delle fasce occupazionali.

Sono stato sempre dalla stessa parte, e sempre dalla stessa parte mi troverete. Durante i miei anni nelle varie amministrazioni succedutesi, ho sempre dato il mio contributo con grande senso di lealtà e responsabilità. La solidarietà fa parte di me, della mia persona, nei periodi difficili, come il recente periodo pandemico, e nelle problematiche quotidiane. Sono sempre sceso in campo per alleviare le esigenze della popolazione, ho sempre operato con la gente, tra la gente. Sono una persona molto alla mano e mi piace tessere rapporti concreti con chiunque voglia rivolgersi a me. Ho deciso di ricandidarmi con Gabriele Sebastianelli, nella lista ‘Guardia sei tu’, perché amo la mia comunità, i cittadini della mia Guardia, e mi piace affrontare i problemi quotidiani apportando concretezza nelle soluzioni. Bisogna lavorare sodo, riabilitare le zone interne, convinzione che ho anche sul piano della progettualità regionale, per evitare lo spopolamento dei giovani, creando attrattive e nuovo lavoro, partendo, ad esempio, dal turismo, enoturismo, ecoturismo, rilanciando il nostro borgo antico in un innovativo e sostenibile progetto di ‘Albergo diffuso’, da far gestire da cooperative di giovani imprenditori.

Compito di ogni buon amministratore è creare le condizioni favorevoli alla crescita sociale ed economica della comunità. Non dobbiamo sostituirci alle imprese, ma far sì che imprese e politica si siedano intorno a un unico tavolo e trovino insieme il modo di remare tutti verso la stessa direzione. Ho molta speranza in questo, e io sono sempre disponibile affinché a Guardia possa accadere. Abbiamo lavorato intensamente sul percorso di un buon governo amministrativo, della coerenza e della lealtà, e voglio rimettermi in gioco perché il mio tempo è qui. Adesso. Con Voi”.

Print Friendly, PDF & Email