Zuppa di castagne e fagioli, piatto contadino del Sannio

Condividi articolo

Una tipica ricetta sannita a base di castagne è la zuppa di castagne e fagioli, piatto invernale legato alla cultura contadina, pietanza che in passato, nei mesi freddi, veniva proposta con una certa regolarità. Nel Sannio c’è un’antichissima versione, la cui tradizione è stata tramandata di generazione in generazione. Nel territorio di Cerreto Sannita, grazie alla presenza del prezioso “fagiolo cerato”, cultivar antica, l’accoppiata castagna e fagiolo forma un’accoppiata vincente.

Ingredienti per 4 persone: 200 gr di castagne secche locali, 300 gr di fagioli (preferibilmente il “cerato” cerretese), tre foglie di alloro, aglio, peperoncino, olio di Ortice a crudo, mezzo litro di acqua. PREPARAZIONE: Per tradizione bisogna utilizzare una pignata di coccio, adatta proprio per la cucina fuoco lento sul camino. Se proprio vogliamo essere sopraffatte dalla velocità e dai tempi moderni possiamo utilizzare una pentola a pressione e in cinque ore la cottura è terminata. I fagioli devono essere messi a bagno, per una notte, e vanno fatti soffriggere in padella con l’aglio e poi bollire per circa un’ora con le foglie di alloro, aggiungendo acqua poco alla volta. La zuppa non deve risultare eccessivamente brodosa. Le castagne vanno aggiunte venti minuti prima della fine cottura. Servire con pane casereccio leggermente tostato e un filo di olio a crudo, possibilmente extravergine d’oliva.





Print Friendly, PDF & Email