Accadde oggi: 18 novembre 1626, viene ultimata la Basilica di San Pietro in Vaticano

pubblicato in: Accadde oggi | 0
Condividi articolo

Quando Michelangelo Buonarroti morì lasciò incompiuta la Basilica di San Pietro in Vaticano e senza un progetto da seguire: ci volle oltre un secolo per portare a termine i lavori e con una solenne consacrazione, il 18 novembre 1626, ben 120 anni dopo l’inizio dei lavori, Papa Urbano VIII ne celebrò il rito di inaugurazione. Oggi la Basilica di San Pietro è la più grande delle basiliche papali, se non addirittura la più grande del mondo ed è il simbolo culmine della religione cattolica e dello Stato del Vaticano. Ha una cupola di 42 metri di diametro e sul pavimento della navata centrale si vedono inserite delle stelle dorate nel marmo: esse indicano la lunghezza totale di parecchie grandi chiese sparse nel mondo. Nel 1989 il primato le fu apparentemente tolto dalla Basilica di Nostra Signora della Pace di Yamoussoukro, nella Costa d’Avorio, edificio ispirato proprio alle forme della basilica romana e definito la “basilica più grande del mondo”: in realtà il suo unico primato consiste nell’essere solo la basilica più alta del mondo, con i suoi 158 metri di altezza.

Nei lunghi decenni della sua costruzione, si susseguirono maestri e papi, variando e certamente migliorando i progetti iniziali. La sua costruzione è datata al 18 aprile 1506 sotto il pontificato di Giulio II e il sito dove fu costruita la Basilica ospitava già dal IV secolo un’altra chiesa edificata per volere dall’Imperatore romano Costantino I. Contigua all’edificio vi era una necropoli dove, secondo la tradizione, venne sepolto san Pietro dopo la sua crocifissione. L’edificio era di imponenti dimensioni, e oggi è visibile solo attraverso delle raffigurazioni artistiche. I lavori per la costruzione della nuova Basilica, affidati inizialmente ad Antonio Sangallo il Giovane, vennero poi consegnati dal 1546 nelle mani del settantenne Michelangelo Buonarroti. L’artista non stilò mai un suo progetto definitivo per l’edificio vaticano e così alla sua morte si tentò di ricostruire il disegno da lui concepito. Qualche decennio più tardi, Gian Lorenzo Bernini completò anche il famoso colonnato dell’antistante Piazza San Pietro, alto ben 196 metri.

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Print Friendly