Cerreto Sannita: mensa e lavori scuola in via Mazzarella, l’opposizione attacca

Condividi articolo
Comunicato Stampa – Ufficio Stampa Gruppo “Cerreto Riparte”

La minoranza contesta l’avvio della mensa scolastica a metà marzo e il blocco dei lavori da ben cinque anni all’edificio di Via Mazzarella.

“Sono oltre 5 anni che gli alunni della scuola media non hanno più la loro scuola, la loro palestra, la loro mensa, i loro spazi”. Esordisce così il comunicato stampa del Gruppo “Cerreto Riparte” che, contesta all’Amministrazione Parente, il completo disinteresse per la scuola, tanto da far iniziare la mensa a metà marzo.

“Sono oltre 5 anni che i fanciulli vagano, o stipati nelle aule della scuola elementare o, per evitare i doppi turni, nel Centro Emmaus, che scuola non è. Motivo? Nel 2017 il Comune riceve un finanziamento per l’adeguamento sismico del plesso scolastico di Via Mazzarella, a seguito di un progetto presentato nel 2012. Il Sindaco geometra Parente da il via alla gara d’appalto e sbaglia le procedure, tant’è  che i lavori vengono appaltati ad una ditta napoletana ma, per responsabilità del Comune, non sono mai partiti. La scuola media è ancora chiusa dopo ben 5 anni. Evidenti e chiari sono i disagi per alunni, insegnanti e genitori. Ma non basta! Oltre a chiudere le scuole, il Sindaco Parente e l’Assessore Tedeschi, hanno anche il record di iniziare la mensa scolastica a metà marzo, unici nel comprensorio!

Eppure noi come Gruppo “Cerreto Riparte”, in un’interrogazione del 19 novembre 2021 ci eravamo preoccupati di chiedere come mai, con l’anno scolastico iniziato a settembre, nel mese di novembre,il Comune non aveva ancora indetto la gara per la mensa; la risposta del celere Sindaco era stata: “a breve partirà il servizio”. Da settembre 2021 ad oggi il silenzio più assoluto da parte del Comune ed i disagi più prevedibili per gli alunni che hanno dovuto rinunciare al tempo pieno, a miglior didattica ed a maggiore socializzazione, dopo qualche anno già forzatamente passato in casa per il Covid. Anche in questo caso la capace Giunta Comunale si è incartata.

In cinque mesi hanno fatto ben quattro capitolati d’appalto per la mensa con importi diversi, ma non hanno mai chiuso una gara. Eppure, i vertici amministrativi sono gli stessi del 2021, prima delle elezioni… Ad oggi, 11 marzo 2022, dopo 5 mesi di inerzia fanno sapere a genitori e Dirigente scolastica che lunedì prossimo parte la mensa (il venerdì per il lunedì), non dando nemmeno alla scuola il tempo di pulire i locali. Una incapacità amministrativa, mista a ridicolaggine, che questo paese non aveva mai visto! Per questo viene da chiedersi spontaneamente. Ma che peccato hanno fatto questi bambini? E poi ci lamentiamo che i cerretesi iscrivono i loro figli alle scuole della vicina San Lorenzello”.

Print Friendly, PDF & Email