Cerreto Sannita, raid in tabaccheria: due indagati

Condividi articolo

Favoreggiamento personale è l’ipotesi di reato contestata a due napoletani, un 49enne di Frattamaggiore e un 66enne di Napoli: avrebbero aiutato gli autori di un delitto a eludere le investigazioni”. I due uomini sono stati chiamati in causa nelle indagini riguardanti il raid in una tabaccheria di Cerreto Sannita avvenuta il 26 aprile scorso. Nel raid erano stati portati via sigarette, gratta e vinci e denaro. La notizia è riportata da Ottopagine.it che scrive ancora: “Secondo la ricostruzione dei fatti, a bordo dell’auto (Audi A6) c’erano quattro malviventi che, intercettati lungo la statale 372, a Faicchio, erano stati inseguiti fino allo svincolo di Gioia Sannitica, dove l’auto si era schiantata contro un guard rail”. In seguito allo schianto gli occupanti erano riusciti a scappare mentre l’automobile era stata sequestrata e ora su quest’ultima saranno effettuati i rilievi che potrebbero fare emergere la presenza di tracce, anche biologiche.

Print Friendly, PDF & Email