Fiorenza Ceniccola: “L’Europa ci riprova ad affossare il vino”

Condividi articolo
Riceviamo e pubblichiamo – Fiorenza Ceniccola, Ambasciatrice della Commissione Europea per il Patto Climatico

Considerato che la viticoltura continua ad essere il perno attorno al quale ruota l’intera economia sannita e che i nostri viticoltori, ormai, non riescono a recuperare nemmeno le spese sopportate per coltivare i preziosi vitigni DOP e DOC appare, francamente, insopportabile vedere i nostri governanti accapigliarsi sul come: “…valorizzare il paesaggio vitivinicolo” mentre l’Europa cerca di affossare il vino  cercando di farlo apparire “cancerogeno” con un danno enorme per l’Italia  che dal vino ricava circa 12 miliardi di euro e dà lavoro a circa 1 milione di persone.

Nei giorni scorsi, è stata combattuta a Strasburgo una feroce battaglia ma, alla fine, il Parlamento ha modificato il piano anti-cancro proposto dalla Commissione Europea che, in buona sostanza, voleva imporre di applicare il bollino “nero” sulle bottiglie di vino per indicarlo come nocivo alla salute. Un’autentica bestemmia! Una menzogna grande come una casa! A Strasburgo ha vinto linea di Forza Italia che si è battuta  con determinazione per far passare il concetto che “c’è differenza tra consumo nocivo e moderato di bevande alcoliche e non è il consumo in sé a costituire fattore di rischio per il cancro”.

Ed io sono particolarmente soddisfatta di questa vittoria, soprattutto perché ha prevalso (381 voti contro 276) una proposta che ho avanzato, sotto forma di risoluzione, a nome di Forza Italia Giovani , in occasione del 13esimo Congresso del Partito Popolare Europeo Giovanile, svoltosi a San Marino  il giorno 3 luglio2021, e che anche allora venne approvata a maggioranza. Le modiche alla relazione sul Piano di azione anti-cancro approvate martedì scorso dall’Europarlamento rappresentano una vittoria del buon senso e delle eccellenze vitivinicole del nostro territorio. E’ stato scongiurato un danno inestimabile al made in Italy e sono soddisfatta  di essermi fatta promotrice, a livello europeo, degli interessi dei nostri viticoltori.

Print Friendly, PDF & Email