San Salvatore Telesino: Abitabile attacca su ambiente, verde pubblico e beni culturali

Condividi articolo

Comunicato Stampa – Alfonso Abitabile, consigliere comunale di opposizione al Comune di San Salvatore Telesino

Così scrive il consigliere comunale di opposizione al Comune di San Salvatore Telesino, Alfonso Abitabile: “La tutela dell’ambiente, la salvaguardia del verde pubblico, la valorizzazione dei beni culturali ed una sana pianificazione territoriale, non sono certamente una priorità per quest’amministrazione. Basti pensare all’indecoroso stato di abbandono che per lungo tempo ha caratterizzato l’Abbazia, l’isola Ecologica, oppure la discarica a cielo aperto che abitava nella struttura del Mercato Coperto, per non citare i resti dell’Antica Telesia o l’Anfiteatro abbandonato alle ortiche. E questi rappresentanti, che hanno prodotto questo deprecabile  stato delle cose, dovrebbero programmare lo sviluppo futuro del nostro paese?  Questi dovrebbero rappresentare San Salvatore Telesino presso la Provincia di Benevento per programmare lo sviluppo del Sannio? Poveri noi! Con sconforto e dispiacere per il nostro virtuoso e straordinario territorio nonché per i concittadini tutti, constatiamo come tante anzi troppe siano le incongruenze di questa amministrazione che sembra non recepire le tante tematiche che sempre più spesso noi della minoranza portiamo a discussione. L’atteggiamento della maggioranza verso il territorio non solo ne offende l’importanza e la centralità ma denota grande indifferenza ed incapacità di programmare e amministrare. Dello stato di incapacità e abbandono del territorio  è evidente nell’ultimo episodio, solo in ordine di tempo, che riguarda dei rifiuti in amianto abbandonati lungo strade comunali ormai da diversi mesi.

Il 12 marzo scorso, dopo numerose segnalazioni cittadine, si denunciava la presenza di rifiuti in cemento amianto sul territorio comunale. A queste segnalazioni ci è stato risposto che il sito era stato messo in sicurezza e che erano state attivate già da diversi giorni le dovute procedure per la rimozione e smaltimento di rifiuti speciali. Il 23 aprile l’Area Tecnica assumeva impegno di spesa per la rimozione, il trasporto e lo smaltimento dei predetti rifiuti in cemento amianto abbandonati presso la località Starza, Via Cupa – Sottopasso Via Corrado. Ad oggi, a distanza di altri due mesi, lo stato dei luoghi è rimasto tale. Non c’è stata rimozione dell’amianto, né l’area è stata bonificata o quanto meno messa in sicurezza, salvo limitarsi, e solo in un secondo momento, a coprire i rifiuti con un normale telo di plastica senza impacchettare il materiale ed evitarne la dispersione delle fibre. È opportuno ricordare la pericolosità per l‘incolumità e la salubrità dei cittadini e dell’ambiente l’eventuale dispersione delle fibre in amianto contenute nei rifiuti. 

Per questi motivi, abbiamo proposto interrogazione per fare chiarezza su questi punti,  con serietà e senso di responsabilità, se possibile. È tempo di mostrare ai Sansalvatoresi il vero volto di questa Amministrazione, che poco ha a che fare con i cittadini e col territorio. Davvero poco ha a che fare con il futuro di questo nostro Comune e tanto meno con il Sannio.”

Print Friendly, PDF & Email